La televisione italiana

La televisione è uno strumento dove vengono trasmesse le immagini in movimento, cioè la televisione è una copia della radio e del cinema. I primi esperimenti della televisione sono stati svolti nei anni 30, dal 1954, la televisione entra nelle case degli italiani. Dall’allora, tutti i giorni, la televisione trasmette i servizi dei telegiornali, la tvdocumentari, i telefilm e le pubblicità. Però in questo mondo dell’intrattenimento, ci sono tanti problemi che sono: il Canone Rai, gli stipendi dei lavoratori, le raccomandazioni e cosa viene trasmessi in questi apparecchi elettronici. Il Canone Rai è una tassa che dal 2016, con il governo Renzi, si paga con la bolletta della luce, cioè dalla tassa, diventa automaticamente una truffa nazionale. Perché, prima della legge, la tassa la pagavano soltanto quelli che possedevano la televisione, adesso pagano tutti, anche quelli che non hanno la Tv. Oltre a questo, anche gli stipendi dei lavoratori sono uno delle tante rovine della Tv, perché i conduttori televisivi guadagnano intorno ai 500 mila euro all’anno. Invece, quelli che sono dietro alle quinte che sono, gli operatori, i microfonisti, il regista e il montatore, guadagnano intorno ai 180 mila euro all’anno. Questo significa un grosso squilibro economico e finanziario del settore lavorativo. Questi due problemi, sono una piccola parte confronto alle raccomandazioni, perché nel mondo dello spettacolo, ci sono molti raccomandati. Infatti, molti di questi raccomandati, stati mandati dal nostro governo, cosi, quelle “PERSONE” hanno un posto sicuro con un ottimo stipendio per arrivare a fine mese. Ecco perché la Rai, l’azienda televisiva più famosa del paese manda delle schifezze, perché all’interno di quest’azienda, non funziona niente, anzi, va tutto in rovescio.

Precedente Vegetarianismo Successivo Effetti speciali cinematografici